Guida ai talenti

di Luca Capozza

“Il talento è la voce più profonda della nostra Anima.”

 

Quando ero ragazzino adoravo la danza e mi iscrissi, all’età di 13 anni, a un corso a Torino, vicino a dove vivevo.

“Vittima” di bullismo da parte di ragazzi più grandi, abbandonai in quel momento la danza e il sogno di proseguire il percorso da ballerino e subito non compresi quanto quell’evento avesse, su di me, un potere fortissimo di sviluppo delle mie potenzialità. Infatti, successivamente ebbi il coraggio di riprendere in mano quel sogno attraverso non solo la danza ma anche attraverso il canto e la recitazione.

Ogni impedimento della vita, vissuto con grande dolore, contiene in sé un potere trasformativo e di amplificazione naturale delle percezioni. E così è avvenuto: lavorando a contatto con ragazzi e ragazze all’inseguimento dei loro sogni, ho sviluppato una particolare sensibilità nel riconoscere gli impedimenti che ognuno di noi è convinto di avere e nel trasformarli in punti di forza.

Oggi, in qualità di artista polivalente, in aggiunta alla giusta formazione di Coaching (che tutt’ora seguo come allievo), progetto percorsi differenti e del tutto personalizzati, in base alle necessità delle persone che di volta in volta accompagno sul sentiero dei loro Talenti.

In particolare, la Guida ai Talenti è utile per:

  •         riscoprire in modo pratico le proprie attitudini in ambito sia professionale sia personale;
  •         imparare a riconoscere e ad ascoltare le proprie aspirazioni profonde;
  •         connettersi con le proprie risorse interiori e imparare a usarle in ogni momento.

Attraverso le tecniche apprese nei miei percorsi di studio delle discipline artistiche, guido le persone a fare esperienza delle loro potenzialità in modo che possano realizzare sé stesse in ambito lavorativo e privato.

Come ho sperimentato nei miei percorsi interiori, il nostro potere ha tutta la sua forza “adesso”, in questo preciso momento. Oggi siamo il risultato di ieri e domani nient’altro saremo che il risultato di oggi.

 

Sei ancora convinto, dunque, di poter rimandare il lavoro con te stesso? 🙂

Commenti recenti